Tel. 02-303-129-130 (dalle ore 10:00 alle 18:00 lun-ven) info@eurocorsi.it
Seleziona una pagina

CORSO ONLINE: WHISTLEBLOWING E TUTELA DELLA PRIVACY

Durata totale del corso online dal vivo: 9 ore.

  • Giovedì 9 maggio 2024 dalle 10.00 alle 13.00 (3 ore)
  • Giovedì 16 maggio 2024 dalle 10.00 alle 13.00 (3 ore)
  • Giovedì 30 maggio 2024 dalle 10.00 alle 13.00 (3 ore)

Al termine della visualizzazione (dal vivo o replica) a tutti i partecipanti sarà rilasciato il relativo attestato di partecipazione e il materiale didattico in formato digitale.

Corso in fase di accreditamento presso il Consiglio Nazionale Forense (i crediti formativi sono solo per avvocati, ma il corso è anche per chi non è avvocato).

240,00 

Operazione senza applicazione dell’IVA, effettuata ai sensi dell’articolo 1, commi da 54 a 89, l.n. 190 del 2014 così come modificato
dalla l.n. 208 del 2015 e dalla L.n. 145 del 2018.

Prezzi a partecipanteN° Partecipanti
240,00 € a partecipante1
180,00 € a partecipante1 - 4
160,00 € a partecipante4 - 8
140,00 € a partecipante9 - 12

Docente
Avv. Vincenzo Sparaco

Presentazione del corso online

A seguito della promulgazione del Decreto Legislativo 24/2023 il legislatore italiano ha dato attuazione nel nostro ordinamento alla direttiva UE 2019/1937 del Parlamento Europeo, rinnovando la precedente normativa del 2017.
In pratica, questa riforma legislativa modifica le regole esistenti, diventando notevolmente complessa e avendo un potenziale impatto significativo sulle aziende che sono chiamate alla gestione di un canale di segnalazione interno ed alla verifica delle segnalazioni ricevute per il tramite di detto canale.
È essenziale, pertanto, chiarire il contesto normativo di questa disciplina, tenendo conto anche delle leggi sulla privacy e chiarire, anche alla luce delle linee guida pubblicate da ANAC, di quali possano essere gli strumenti tecnologici a supporto delle aziende ed enti pubblici.

    Programma del corso online in diretta

    Modulo I (9 maggio 2024)

    La normativa in materia di whistleblowing

    • Cenni storici sul fenomeno del whistleblowing;
    • Analisi della precedente normativa nazionale in materia di whistleblowing (La legge 179/2017);
    • La Direttiva UE 2019/1937 e la nuova normativa in materia di whistleblowing a seguito del D. Lgs. 24/2023;
    • Adeguamento dei modelli di organizzazione e gestione alla luce della normativa in materia di whistleblowing (D. Lgs. n. 24/2023);
    • Le linee guida ANAC per le segnalazioni.

    Modulo II (16 maggio 2024)

    La tutela dei dati alla luce della normativa in materia di whistleblowing

    • Analisi del GDPR e dei principi fondamentali in materia di tutela dei dati che da esso si ricavano;
    • Ruoli e responsabilità dei soggetti coinvolti nel trattamento dei dati personali nell’ambito del whistleblowing
    • Misure di sicurezza dei dati e DPIA:
    • La conservazione delle segnalazioni;
    • Cenni sulla figura del DPO.

    Modulo III (30 maggio 2024)

    I canali di segnalazione e le indagini interne

    • Canali di segnalazione interna;
    • Canali di segnalazione esterna;
    • Definizione e scopo delle indagini interne;
    • Le fasi e le modalità tipiche dell’attività di indagine;
    • Indagini interne e procedimento penale;
    • Indagini interne e diritto del lavoro;
    • Indagini interne e privacy.

      (*) Circa il materiale didattico e link ad altri siti, vedi la Clausola di non Responsabilità.

      Destinatari del corso

      SETTORE PRIVATO

      La protezione dei segnalanti operanti nel settore privato, prevista dal D.lgs. n. 24/2023, impone l’obbligo di predisporre canali di segnalazione a carico di quegli enti del medesimo settore che soddisfano almeno una delle seguenti condizioni:

      • hanno impiegato, nell’ultimo anno, la media di almeno cinquanta lavoratori subordinati, con contratti di lavoro a tempo indeterminato o determinato;
      • si occupano di alcuni specifici settori (servizi, prodotti e mercati finanziari e prevenzione del riciclaggio o del finanziamento del terrorismo, sicurezza dei trasporti e tutela dell’ambiente), anche se nell’ultimo anno non hanno raggiunto la media di almeno cinquanta lavoratori subordinati con contratti di lavoro a tempo indeterminato o determinato;
      • adottano i modelli di organizzazione e gestione di cui al decreto legislativo 231/2001, anche se nell’ultimo anno non hanno raggiunto la media di almeno cinquanta lavoratori subordinati con contratti di lavoro a tempo indeterminato o determinato.

      SETTORE PUBBLICO

      L’obbligo di predisporre i canali di segnalazione interna grava altresì sui seguenti soggetti del settore pubblico:

      • le amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165
      • le autorità amministrative indipendenti di garanzia, vigilanza o regolazione
      • gli enti pubblici economici, gli organismi di diritto pubblico di cui all’articolo 3, comma 1, lettera d), del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50
      • i concessionari di pubblico servizio, le società a controllo pubblico e le società in house, così come definite, rispettivamente, dall’articolo 2, comma 1, lettere m) e o), del decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 175, anche se quotate.

      fonte ANAC

      Curriculum Vitae del docente

      Avvoccato Vincenzo Sparaco

      Curriculum vitae et studiorum

      L’avv. Vincenzo Sparaco si è laureato in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Pavia con una tesi in diritto commerciale dal titolo “La responsabilità degli amministratori verso i creditori sociali nelle società di capitali“.

      Ha svolto la pratica professionale con un importante studio legale, svolgendo principalmente la propria attività nell’ambito del diritto civile, del diritto del lavoro, del diritto commerciale e del diritto fallimentare.
      E’ iscritto all’Ordine degli Avvocati di Pavia.

      Si occupa principalmente di diritto civile, diritto del lavoro e diritto commerciale, in quest’ultima materia anche con riferimento agli aspetti penalistici.

      Nel 2017 ha ulteriormente approfondito la materia del diritto del lavoro frequentando il “Corso di Perfezionamento in diritto del lavoro”, organizzato dall’Università degli studi di Pavia, direttrice Prof.ssa Mariella Magnani.

      Negli ultimi anni ha avuto modo di approfondire il diritto sportivo, svolgendo attività di consulenza stragiudiziale in favore di associazioni e società sportive dilettantistiche, occupandosi soprattutto delle problematiche attinenti il lavoro sportivo dilettantistico.

      Nel 2015 ha frequentato il “Corso di perfezionamento in diritto sportivo e giustizia sportiva”, organizzato dall’Università degli Studi di Milano, direttore Prof. Lucio Colantuoni.
      E’ membro dell’Associazione Italiana Avvocati dello Sport.

      Dal 2009 fa parte del Consiglio Direttivo del Circolo della Vela Ispra A.S.D. ed attualmente ricopre la carica di Presidente.

      Repliche del corso online

      Chi non avesse modo di partecipare all’appuntamento in diretta (con la libertà di porre domande in chat), potrà visionare la replica online già 2 ore dopo l’evento e potrà fare domande al docente via email o telefoniche.

      Pagamenti accettati

      Offriamo diverse modalità di pagamento per rendere il processo il più conveniente e flessibile possibile per i nostri clienti:

      • Bonifico bancario
      • Carte di credito (Visa, Mastercard, American Express, Discover)
      • PayPal
      • Klarna (con opzione di pagamento in 3 rate o a 30 giorni, senza interessi)
      • Apple Pay
      • Google Pay


      Se scegliete di pagare tramite bonifico bancario, vi preghiamo di notare che l’accesso al corso online sarà fornito dopo la ricezione del pagamento o all’invio della conferma di avvenuto bonifico. Per garantire una transizione senza intoppi, vi consigliamo di inviarci la contabile del bonifico una volta effettuato il pagamento.

      Siamo qui per assistervi durante il processo di pagamento e rispondere a qualsiasi domanda abbiate riguardo alle opzioni disponibili.

      Tempi e Modalità di Iscrizione

      Gli studenti, professionisti e imprese interessati a partecipare ai nostri corsi possono effettuare l’iscrizione in qualsiasi momento.

      Per coloro che desiderano partecipare ai corsi online in diretta, è consigliabile completare l’iscrizione entro 24 ore dall’inizio del corso. Nel caso di pagamento tramite bonifico bancario, si raccomanda di inviare la relativa contabile via e-mail per garantire una registrazione tempestiva.

      Tuttavia, è possibile iscriversi fino a 15 minuti prima dell’inizio del corso in diretta, nonché fino a 15 minuti dopo l’inizio dello stesso. Ci impegniamo a offrire la massima flessibilità ai nostri clienti, consentendo loro di iscriversi con totale libertà.

      Ricordiamo inoltre che due ore dopo la conclusione del corso in diretta, invieremo a tutti i partecipanti un link per accedere alla replica del corso online. In questo modo, anche coloro che non hanno potuto partecipare alla diretta potranno beneficiare dei contenuti del corso.

      Siamo qui per rispondere a qualsiasi domanda o assistervi durante il processo di iscrizione. Non esitate a contattarci per ulteriori informazioni o chiarimenti.